50° ANNIVERSARIO IMPIANTO
PIZ LA ILA

Sono ormai passati 50 anni dalla costruzione della prima cestovia del Piz La Ila, che collegava il paese di La Villa all'omonimo colle a 2.100 m di altitudine.

La cestovia costruita nel 1966, una specie di ovovia con numerosi supporti a forma di cesto che potevano contenere al massimo 2 persone, fu il primo impianto di risalita di La Villa e si inerpicava in modo alquanto accentuato per poter arrivare fino in cima al Piz La Ila. Ogni "cestino" era colorato diversamente. La portata oraria della cestovia era di 402 persone e la salita durava circa 16 minuti e mezzo.
Nel 1981, dopo un'importante ristrutturazione delle stazioni a valle e a monte, nonché dei tralicci lungo il percorso dell'impianto, la cestovia lasciò il posto ad una funivia più moderna, fatta da due grandi cabine che potevano trasportare fino a 1.160 persone in pochi minuti da valle a monte. Le due cabine si alternavano, quando una era a valle, l'altra si trovava a monte.

Nel 1991, le due cabine furono sostituite con dei modelli nuovi e funzionarono fino al 2002, anno in cui la funivia lasciò il posto all'attuale ovovia.
L'attuale ovovia sfrutta le fondamenta costruite nel 1981, senza pesare ulteriormente sull'estetica naturale del paesaggio. Le cabine dell'ovovia, tutte gialle, sono 34 in totale e trasportano fino a 15 persone ognuna. La portata oraria attuale è di 2.200 persone e la salita dura circa 5 minuti e mezzo.
La costruzione del Piz La Ila portò anche alla nascita della pista Gran Risa, una delle piste nere più emozionanti dell'arco alpino. Essa è poi diventata, a partire dal 1985, protagonista assoluta di una delle gare più seguite di Coppa del Mondo di Sci, nella disciplina dello slalom gigante maschile.

SCOPRI DI PIÙ