LEGGENDE LADINE – TRA STORIA E MITO

"Les Liëndes Ladines" sono un patrimonio della cultura e della lingua ladina

Una ricca raccolta di racconti popolari e leggende che venivano tramandate di generazione in generazione, da padre in figlio, oralmente. Infatti, un tempo, le famiglie ladine, soprattutto durante i freddi mesi invernali, passavano molto tempo in casa. La "stüa" (Stube, praticamente il soggiorno di casa) era l'unica stanza riscaldata nei vecchi masi di un tempo e le famiglie si riunivano intorno al "fur", la stufa, per svolgere lavori come ricamare, filare la lana, aggiustare attrezzi da lavoro e sistemare e rammendare i pochi abiti disponibili. Durante queste lunghe giornate venivano raccontate leggende e racconti mitici.

A fine ‘800 Karl Felix Wolff, giornalista, scrittore e antropologo austriaco, durante un viaggio in Val di Fiemme si innamorò casualmente dei racconti di una vecchia signora e iniziò a studiare queste storie fantastiche nate tra le Dolomiti. Fece lunghi pellegrinaggi tra le valli ladine in cerca di narratori che potessero raccontargli tutte le leggende ladine esistenti. Durante questi anni raccolse storie e testimonianze nei suoi scritti, cercando di far rivivere un patrimonio culturale che altrimenti sarebbe andato perduto.

Più recentemente anche l'Uniun di Ladins ha raccolto e custodito le leggende e le storie ladine, pubblicando libri e studi che ancora oggi vengono utilizzati nelle scuole ladine.

Le leggende ladine raccontano di figure mistiche, cavalieri, principesse, streghe, orchi e folletti che abitavano le Dolomiti e che interagivano con la popolazione ladina. Vicende che sembrano molto vicine alla realtà e che testimoniano il rapporto tra uomo e natura durante tempi antichi, in cui vivere la montagna non era semplice come lo è oggi.

Ancora oggi molti luoghi e posti delle valli ladine portano il nome di personaggi delle leggende ladine, uno dei più famosi è sicuramente il passo Falzarego, che deriva dal ladino Fàlza Régo, ossia falso re. Riferito ad uno dei personaggi principali della saga del "Regno dei Fanes", il suo leggendario sovrano avrebbe usurpato il trono al suo legittimo detentore e si sarebbe poi tramutato in pietra per aver ingannato il proprio popolo.

Presso i Rental Points Movimënt a monte del Piz La Ila, Piz Sorega, Col Alt e presso l'impianto Braia Fraida potrete noleggiare il lettore MP3 delle leggende ladine e ascoltare tutti i magici racconti della tradizione ladina.

SCOPRI DI PIÙ