Boè passeggiate e trekking a contatto diretto con le Dolomiti

Essere direttamente a contatto con le Dolomiti, con il loro colore unico e particolare, osservare da vicino le straordinarie forme delle rocce patrimonio dell'umanità UNESCO. Respirare l'area fresca e pulita oltre i 2.000 metri d'altezza, questo e molto altro ancora, è la zona del Boè/Vallon. Un'area ideale per passeggiate ed escursioni con tutt'intorno la bellezza della natura.

Alcuni consigli
1. Facile camminata, che porta dalla stazione a monte della cabinovia al piccolo lago glaciale "Lago Boè". Si segue il sentiero evidente n. 638 la partenza è di fronte la stazione a monte della cabinovia. Tempo per la salita ad un passo tranquillo circa 20 minuti. Difficoltà facile per tutti. Meno di 100mt di dislivello in salita.

2. Salita al rifugio Franz Kostner al Vallon. Il Vallon è una splendida conca glaciale contornata da bellissime pareti di Dolomia Cassiana spesso salite da alpinisti, qui ci sono oltre alle vie alpinistiche due ferrate, la prima porta lo stesso nome della zona Vallon ed è un'alternativa alla salita della Cresta Sternta al Piz Boè, la seconda più ripetuta e famosa è la ferrata del Piz Da Lech che sale all'omonima cima. Seguire lo stesso sentiero del percorso precedente che porta al Lago Boè n. 638 per poi attraversare la pista da sci e seguire l'evidente traccia che risale il costone fino al rifugio, per la discesa è possibile lo stesso sentiero o la seggiovia del Vallon. Ci sono anche altre discese che conducono a valle dal rifugio Vallon prima di decidere per queste meglio informarsi sulle varie possibilità. Il tempo necessario per la salita è di circa 1 ora e 40. Difficoltà facile, dal Lago Boè non è possibile salire con i passeggini. Circa 400mt di dislivello in salita.

SCOPRI DI PIÙ